lunedì 26 maggio 2014

Fettuccine home made di soia al pesto di Bronte!



Un gusto particolarmente avvolgente e saporito:





Cominciamo con le fettuccine, potete comprarle già pronte perchè si trovano ma stavolta ho voluto replicare la ricetta facendole a casa. E devo dire che grazie alla mia fidata macchinetta stendi pasta, al tempo che avevo a disposizione il risultato non ha fatto rimpiangere le fettuccine comprate, anzi....

Cominciamo proprio con le fettuccine.

Ingredienti:

50   gr farina bianca 00
150 gr farina di soia possibilmente bio e non ogm
120 ml circa di acqua

A volte ci facciamo prendere dalla pigrizia ma ci vuole veramente poco a fare la pasta in casa con grossa soddisfazione nostra. Per queste fettuccine ho versato in una ciotola la farina bianca e la farina di soia e ho amalgamato le due farine formando una fontana al centro dove ho cominciato a versare l’acqua a filo e pian pianino inglobato la farina. Prima con le mani (ma molto delicatamente perchè la farina di soia è più tenue rispetto a quella bianca) poi con un cucchiaio di legno sempre delicatamente..... e finalmente ho ottenuto un impasto compatto e sodo. A questo punto però non sono andata oltre, non mi sono inventata di fare la “sfoglina emiliana” perchè quello non sarei stata in grado di farlo.
Ho tirato fuori la mia bella macchinetta per stendere la pasta che mi è stata di ausilio...... e ho fatto fare a lei.
Risultato ottime fettuccine o tagliatelle? sembrano fettuccine ma francamente non ho misurato i canonici 3-5 cm di larghezza che le differenziano dalle tagliatelle....

Le ho conservate su un vassoio infarinato in attesa che l’acqua bollisse.... A proposito per la pasta fatta in casa di soia è consigliabile aggiungere un goccio di olio nell’acqua, onde evitare che si attacchi.


Ed ecco un pesto con uno degli ingredienti provenienti dal sole della Sicilia e di cui non saprete più fare a meno:

Ingredienti:

150 gr di pistacchi di Bronte sgusciati (vanno bene anche quelli normali)
1 spicchio di aglio
1 mazzetto di basilico fresco
½  peperoncino jalapegno
acqua di cottura
olio evo
sale
pepe nero

Cominciate con mettere l’acqua per la pasta sul fuoco, vi servirà l’acqua di cottura per rendere cremosa la vostra cremina senza abbondare in olio. La bellezza di questo pesto è che mentre cuocete la pasta potete fare il pesto e appena pronta condire e mangiare.... Pochi minuti insomma. Pelate i pistacchi gettandoli in acqua bollente per qualche minuto e poi sfregandoli con uno strofinaccio (pulito ovviamente) la pellicina verrà via velocissima e potrete usare solamente la parte verde del frutto. Appena l’acqua bolle versate le fettuccine E qui ci sono due modi per operare sulla salsa, se non avete tempo usate un robottino, se invece avete tempo e voglia, adoperate un mortaio. In ambedue i casi mettete i pistacchi tagliati grossolanamente con un coltello, lo spicchio d’aglio, il peperoncino e le foglie del basilico, un filo d’olio, un pizzico di sale e un pizzico di pepe. Aggiungete un mestolino di acqua di cottura e lavorate di mortaio o fate andare il robottino. Il pesto deve risultare cremoso anche se sarà piacevolmente croccante. Quando le fettuccine saranno al dente scolatele, tenendo da parte dell’acqua di cottura;  mettete sul fuoco un tegame dove verserete il pesto, aggiungerete le fettuccine e procederete a  mantecare aggiungendo altra acqua di cottura sino a cremosità raggiunta. Un filino di olio, una macinata di pepe nero  e pronti in tavola. In 12/15 minuti massimo avrete ottenuto una meravigliosa pasta leggera perchè usando l’acqua di cottura si riduce di molto l’olio con cui generalmente sono fatti i pesti..., gustosa e profumata.
Successo assicurato!!!!

E con questo ricetta partecipo al 2 contest di “Il goloso mangiar sano” sulla pasta fresca:


Posta un commento