domenica 27 ottobre 2013

Pasta ma non pasta....

E per il mio ritorno al blog inizio subito con una ricetta molto particolare. Adoro la pasta ma purtroppo devo stare anche attenta a che la mia bilancia non dica: "scendete e salite uno alla volta" e quindi trovo tutte le possibili alternative dietetiche e naturalmente "SANE". In uno dei miei giri nei negozietti biologici e naturistici ho scoperto la pasta shirataki di Koniac. E' una pasta che non ha carboidrati, non glutine, e addirittura ha la capacità di bloccare gli zuccheri mantenendo l'insulina a livelli standard..... Unico neo, costa un pochino. Ma oggi è domenica e come pranzo domenicale me la sono concessa con un ottimo ragù vegetale.



Ingredienti:

 300 gr. di spaghetti shirataki

Per il ragù di verdure:

2 carote
2 gambi di sedano
1 cipollotto
1 scalogno
1 patata piccola
1 pizzico di noce moscata
5 pomodori a grappolo maturi
2 spicchi di aglio
1 peperoncino
alcune foglie di basilico
sale 
olio evo

Per il parmigiano:

 15 mandorle pelate
1 manciata di anacardi
1 manciata di nocciole pelate
sale grosso

Preparazione:

Tutto sommato è una ricetta veloce e sfiziosa anche nel preparla. Mettete tutte le verdure in un mixer e tritate grossolanamente. In un tegame capiente intanto mettete olio e pomodori tagliati a pezzetti senza la pelle e senza i semi a sfrigolare con uno dei due spicchi di aglio tritato finemente. Appena i pomodori si sono "schiattati" (detto alla napoletana) aggiungete le verdurine tritate e alcune foglie di basilico spezzate con le mani rigorosamente. Fate insaporire con sale e girando con un cucchiaio di legno. Versate acqua calda sino a coprire le verdure. Incoperchiate e lasciate andare a fuoco lento per 40 minuti come un ragù normale. 
Preparate ora il parmigiano non parmigiano. Unite gli ingredienti che ho elencato nel mixer e tritate finemente il tutto. Unica variante che ho fatto è stato di tostare leggermente il composto ottenuto in modo da dare una nota di croccantezza al piatto.
Appena pronto il ragù seguite le istruzioni per la pasta shirataki che è semplicissima da preparare. In alternativa cuocete la pasta che preferite. Vi consiglio una pasta che si riempie come i paccheri che adoro.
Chicca finale ho fritto alcune foglie di basilico in olio bollente per renderle croccanti.

Fate saltare la pasta (qualsiasi essa sia) nel tegame con il ragù, impiattate e spolverizzate con il parmigiano non parmigiano, una spolverata di pepe e alcune foglie di basilico.

Per chi non la conosce e si è incuriosito la shirataki viene prodotta dalla radice della pianta di Koniac presente in diverse parti dell'Asia, conosciuta dagli orientali da 2000 anni e..... se siete curiosi allora provate a curiosare in un negozio bio delle vostre parti e cominciate a fare scorta di pasta a zero calorie.

Dimenticavo il costo del piatto:
2 confezioni di shiratake euro 6,40
Gli altri ingredienti sono costantemente presenti nella mia dispensa o tra le mie piante aromatiche e quindi non ho sostenuto altre spese.

E che dire? vi ho incuriosito con questa pasta?



Posta un commento