sabato 15 marzo 2014

Per chi vuol diventare VEGAN, forza è più facile di quanto pensiate!

Per stasera basta ricette altrimenti mi viene fame e sto a dieta.....
Invece vorrei dare qualche consiglio a chi sta cominciando a muovere i primi passi nel veganesimo (si dice così?). Spesso ci si butta su prodotti confezionati, che sono buonissimi per carità, ma che sono comunque confezionati.... Basta poco per cambiare la nostra alimentazione e vi assicuro che ci avviciniamo moltissimo a quello che era l'alimentazione dei nostri nonni. In effetti oggi si trovano in molti negozi prodotti vegan tipo cotolette, polpette, salsicce, ravioli ecc. OK ragazzi, sono buonissimi, ma usiamoli con moderazione e proviamo a dare priorità a legumi, frutta e verdura. Devo dire che se date una sbirciata nella rete ci sono centinaia di idee, veloci e semplici con cui creare piatti deliziosi con quello che ci offre la natura. Ovviamente si può arrivare all'autoproduzione, ma mi rendo conto che ci vuole tempo..... sia per farla, sia per entrare in quest'ottica. Prediligete olio evo, cereali, legumi con cui potrete realizzare ottimi primi piatti abbinati ai cereali. Riempite il frigo di verdure di stagione e di frutta di stagione e magari se volete concedervi uno strappo concedetevelo ogni tanto ma volete mettere il gusto di un bel piatto di pasta e fagioli, o riso e lenticchie? A poco a poco scoprirete il piacere del gusto semplice e l'inconveniente potrà essere che se vi capita di mangiare qualcosa non proprio equilibrato, il vostro corpo se ne accorgerà subito. Vi faccio un esempio. Qualche tempo fa una signora che sapeva benissimo cosa mangio mi ha regalato una crostata. Sono golosa di marmellate e di crostate. Mi ha detto che l'aveva fatta per me, quindi tranquillamente ne ho mangiata una bella fetta. La notte e il giorno dopo sono stata male. Sul momento non ho pensato fosse la crostata, ma istintivamente non l'ho mangiata più. Dopo qualche giorno rincontro la signora che mi chiede com'era la crostata e che per me l'aveva fatta senza uova e solo con lo strutto..............................................
Lascio a voi le considerazioni del caso. Ho spiegato alla signora che è vero che lo strutto non è carne, ma comunque è un prodotto animale e che non l'avrei mangiata se lo avessi saputo. Questo aneddotto è importante per comprendere come ci modifichiamo "in purezza" :) e che quindi man mano che andremo avanti saremo sempre più sofisticati nel scegliere i nostri piatti che al contrario saranno semplici e ci permetterano di riscoprire le delizie naturali dei prodotti che la natura ci offre.
Insomma ragazzi trasformate la vostra cucina:


Buona serata a tutti!
Posta un commento