mercoledì 16 luglio 2014

Una super Norma che può spopolare!



Vi avevo detto che mi piace la pasta? e le melanzane? e i pomodori? Allora ecco una ricetta favolosa:

La preparazione di questa SuperNorma è un pochino lunga, quindi se vorrete gustare un piatto delizioso dovete armarvi di tanta, ma tanta pazienza.
Cominciamo con il sugo:
Ingredienti :
1 kg di pelati
2 spicchi di aglio meglio se quello fresco
4 melanzane
200 gr di pasta corta tipo mezzemaniche rigatissime!!!
100 gr di tofu grattugiato
100 gr di parmigiano veg (ho usato anacardi tritati con sale dell’himalaya)
foglie di basilico
olio evo
olio di mais
sale
pepe

Procedimento:

In una pentola molto capiente fate soffriggere gli spicchi di aglio con dell’olio, appena si saranno imbionditi toglieteli e aggiungete la polpa dei pelati, mescolate, aggiungete il sale e il pepe e fate cuocere. Il sugo dovrà essere bello ritirato ma sufficientemente morbido per accogliere le fettine di melanzana.

Mentre il sugo si fa da solo, prendete una melanzana a testa (anche mezza può andar bene, ma per fare una bella figura usatene una) e tagliate la calotta superiore tenendola da parte. Con un cucchiaiono o con uno scovolino divertitevi a svuotarla delicatamente per non rompere la parte esterna. In pratica deve rimane la buccia e un sottilissimo strato di polpa bianca. Provvedete ad insaporire la melanzana svuotata con olio, sale e pepe. In pratica dovete massaggiare l’interno della melanzana per renderla pronta al successivo passaggio. Su una leccarda, mettete un foglio di carta da forno e appoggiatevi sopra le melanzane svuotate. Se non stessero in piedi provvedete a limare il fondo togliento un pochino di buccia ma sempre attenzione a non romperla altrimenti il condimento poi fuoriuscirà. Mettetele in forno caldo a 180 gradi per circa 45/50 minuti. Deponete anche le calotte vicino alla melanzana originaria. 

Date un’occhiata al sugo e se è pronto spegnete e aggiungete un trito di foglie di basilico.
Passate ora alla polpa di melanzana che avrete messo in una ciotola con del sale mentre andavate di svuotamento. Mettete dell’olio di mais a scaldare e appena raggiunta la temperatura giusta friggete la polpa di melanzane. 

Man mano che si doreranno scolatele su un foglio da cucina e salatele ancora calde. Quando avrete finito di friggere, aggiungete al sugo tiepido il fritto di melanzane. Mescolate e coprite. 

Ora passate alla pasta, cuocetela in acqua salata ma lasciatela al dentissimo. Insomma la metà della cottura indicatavi dal produttore. Scolatela molto bene, meno liquido c’è e più si impregnerà di sugo con vantaggio per il palato e immergetela nel sugo, mescolando in modo che si amalgami il tutto. Ora potete anche prendervi un caffè mentre aspettate le melanzane infornate. Avete fatto quasi tutto. Quando saranno cotte con delicatezza toglietele dal forno e lasciatele intiepidire se non volete ustionarvi. Prima di riempire le melanzane mettete la metà del tofu grattuggiato nella pasta e metà del parmigiano vegan. Cominciate a riempire e all’ultimo aggiungete il tofu e il parmigiano vegan rimanente su ogni melanzana dando una bella grattugiata di pepe nero. 

Non coprite con i coperchi di melanzana perchè è bello avere una crosticina. Infornate nuovamente a forno caldissimo (200 gradi) per una quindicina di minuti. Spegnete, lasciare intiepidire e servite in tavola. La vostra fatica sarà ricompensata da esclamazioni di sorpresa da parte dei commensali. 


Posta un commento