lunedì 17 febbraio 2014

Supplì quasi arancini....

Buoni, buonissimi, ma stamane la bilancia non andava proprio :D

Ingredienti:

8 cucchiai di riso per risotto
1 scatola di pelati polpa a pezzi
200 gr di granulare di soia
100 gr di piselli
50 gr di funghi essicati
2 spicchi di aglio
1 cipolla
1 bicchierino di vino rosso
1 rametto di basilico
peperoncino in polvere
olio evo
burro di soia
brodo vegetale
pangrattato
sale qb

Cominciate preparando il ragù che è quello più impegnativo. In una pentola tritate finissimamente l'aglio, la cipolla e mettetelo a soffriggere con dell'olio. Appena comincia a colorirsi aggiungete il granulare di soia che non ho reidratato altrimenti si ammolla troppo ed invece mi piace croccantino ed insaporitelo per 5 minuti. Aggiungete i funghi che avrete ammollato, strizzato e tritati finemente, sfumate con il vino bianco e finalmente unite i pelati, salate, peperoncinate e unite le foglie di basilico spezzate grossolanamente. Fate andare il sugo sinchè si ritira diventando piuttosto denso. Ed ecco il mio segreto, aggiungete ora il riso nel sugo e fatelo cuocere aggiungendo poco brodo vegetale per non farlo attaccare. Non usate riso per insalate, quello per risotti non necessita di aggreganti. Se la consistenza non vi convince unite un pochino di pangrattato ma non troppo per evitare che diventino un "mappazzone" come dice Chef Barbieri. Visto che non useremo uova o altro, deve risultare piuttosto compatto quindi andate piano di brodo. Quando sarà cotto stendetelo su un piatto largo  raffreddare. Lessate intanto i piselli e insaporiteli con un pochino di burro in un padellino a parte. Fate freddare anche loro. E ora si procede. Prendete un pochino di riso e ponetelo aperto nella mano bagnata fredda dando una forma allungata. Al centro potete mettere anche un pochino di formaggio veg, io non lo avevo e ho optato per i piselli. Ne mettete al centro una quantita giusta per il vostro gusto e procedete a chiudere il supplì. Continuate sino ad esaurimento degli ingredienti. A questo punto passate i suppli nel pangrattato fcendolo aderire molto bene su tutta la superfice. Non tralasciate neanche un pezzettino altrimenti si rompono. Il segreto della panatura sta nell'usare un pentolino alto e molto olio. I suppli devono galleggiare nell'olio caldo a 180 gradi. Girateli spesso e fate attenzione a non friggerli troppo altrimenti si scuriscono. Devono essere ben dorati ma non scuri. E che altro dire? Buon appetito!!!!

Posta un commento