domenica 7 settembre 2014

Una torta senza fuoco, senza latte, senza uova ma con tanta bontà per Naturopataonline.



Torta cruda senza forno con frutta in una ricetta tutta vegan



Capita spesso che per il pranzo della domenica viene voglia di dolce, di gelato, insomma di qualcosa con cui festeggiare la giornata di riposo. Con il caldo si ha voglia di frutta e allora che fare? La solita macedonia? Buonissima ma spesso presente anche nelle altre giornate oppure me la porto in ufficio. Una torta che ti costringe ad accendere il forno? O la vado a comprare? No, no! Intanto sappiate che il dolce in assoluto che preferisco è la crostata di frutta o di marmellata o di crema, ma crostata. Ed allora ecco che mi sono cimentata con una crostata dal deciso gusto di frutta fresca ma anche secca. Risultato? Un sapore inimitabile, golosissimo e tanti colori da portare in tavola…..


Ingredienti (per una tortiera diametro 20 cm):

  • 200 gr di datteri secchi del commercio equo
  • 200 gr di noci del commercio equo
  • 500 gr di albicocche fresche o secche (peso netto)
  • 2 pesche o mele o pere
  • 2 fichi oppure cachi oppure kiwi
  • 100 gr di uva bianca
  • 100 gr di mirtilli freschi o congelati
  • 50 gr di more fresche
  • 3 cucchiai di sciroppo d'agave
  • 100 ml di acqua

Preparazione:
Per prima cosa tritare grossolanamente le noci e mettetele in un robot da cucina con i datteri che avrete snocciolato. Azionate e tritate fino ad avere un composto grumoso e appiccicoso da stendere sulla base della teglia foderata di carta forno. L’ideale sarebbe una tortiera con la cerniera, faticherete meno quando la dovrete servire. Mettete in frigo e nel frattempo preparate la farcitura. Lavate e togliete i noccioli alle albicocche (se fresche), tagliate il tutto a pezzi grossolani e metteteli nel robottino per ottenere una cremina, molto simile ad una marmellata crudista, a cui aggiungerete 1 cucchiaio di sciroppo d’agave o più a seconda dei vostri gusti. Eventualmente aggiungete l’acqua nel robottino per ottenere quella cremosità simile alla marmellata

Mettete in frigo anche la cremina e dedicatevi ora alla frutta. Lavate per prima cosa le pesche, i fichi l’uva bianca e velocissimamente i mirtilli se freschi, altrimenti lasciateli scongelare come da istruzioni della confezione. Affettate, con la buccia, in modo molto sottile le pesche lavate, e irroratele di limone; dividete a metà i chicchi di uva e togliete i semini che troverete, tagliate a fette mantenendo la buccia anche i fichi.
Ora potete prendere i mirtilli e frullarli. Passateli in un passino molto fitto per ottenere solamente lo sciroppo con cui colorerete la torta e che avrà funzione di gelatina.
Procedete ora alla composizione della crostata. Ho voluto replicare proprio quelle cotte e così ho messo una fila sovrapposta di pesche, una fila di acini di uva, i fichi al centro e le more fresche per guarnizione. Voi potete sbizzarrirvi anche cambiando i frutti a vostro gusto. Per ultimo spennellate con la salsa di mirtilli e mettete in freezer per un paio di ore, prima di servire lasciate a temperatura ambiente una trentina di minuti.
Posta un commento