domenica 7 dicembre 2014

Un dolce buccellato per Natale!

 Un dolce siciliano semplice ma oltre che buonissimo qui, è proposto in versione vegana e adatto alla magia del Natale:


E’ un dolce semplice tipicamente siciliano anche se nella mia versione ho un pochino integrato tra il centro e il sud con mandorle e passito, a proposito di legami come è l'intenzione del contest Taste Abruzzo a cui partecipo. Il risultato mi ha dato ragione perché è venuto fuori un dolce molto energetico, profumato e "leggermente" calorico ma d'altronde in questo periodo tutto è permesso, siamo nel "tempo" più magico dell'anno, nel mese più bello e che tutti, grandi e piccini aspettano con ansia e felicità.

E' un dolce che mi riporta alla mia infanzia, quando i tempi dell'anno venivano scanditi dalle tradizioni, quando ogni festa era preceduta da momenti di condivisione che univano grandi e piccini  tutti attorno ad un tavolo a preparare i regalini fatti in casa, ad incartare i dolci, a studiare i menù per tutta la famiglia. Momenti di grande calore, di amore e di gioia, e la cucina che era testimonial di questi momenti..... come al solito direi a casa mia. Preparare questo dolce significava stare insieme a sbucciare le noci, le mandorle, tagliare i fichi, ridurre a pezzetti i canditi. Il tutto mentre i più piccini erano felici di dare una mano, specialmente perchè noi bambini ci riempivamo, oltre che la bocca, le tasche di tutto quello che era a disposizione, nascondendolo ai grandi che facevano finta di non vedere, per poi tenerlo in qualche angolo segreto come un piccolo tesoro da cui attingere nei giorni successivi.

Ma bando all'amarcord passiamo a descrivere questo dolce che può essere preparato con largo anticipo e conservato sino a Natale o Capodanno, incartato elegantemente può anche essere un'idea per un regalo fatta da noi. Ed ora partiamo.

Ingredienti

300 gr di farina
125 gr di margarina non idrogenata o burro di soia
50 gr di zucchero di canna muscobado
1 cucchiaio abbondante di passito
300 gr di fichi secchi
200 gr di uva passa
100 g di uvetta sultanina
100 gr di noci sgusciate
150 gr di nocciole sgusciate
150 gr di mandorle sgusciate
50 gr di pinoli
50 gr di scorzetta di arancia candita
2 chiodi di garofano
1 pizzico di zafferano per colorare la pasta e profumarla
2 cucchiai di codine colorate
Pepe macinato
Marmellata di arance
Acqua di fiori di arancio


Mescolate in una zuppiera la farina, il burro di soia o la margarina senza grassi insaturi, lo zucchero di canna e il passito (avevo quello di Pantelleria e l'ho usato). Amalgamate tutto con le mani. Lasciate riposare l'impasto per un'ora circa prima di stendere la pasta con il mattarello.

Nel frattempo dedicatevi al ripieno fatto da noci, fichi secchi, uva passa, uva sultanina, mandorle, pinoli, scorzetta di arancia, chiodi di garofano ed un pizzico di pepe. Triturate tutto finemente mescolando con altro zucchero.

Stendete l’impasto e fatene un rettangolo dove al centro metterete il ripieno. Non siate avari.... abbondate. E' uno di quei dolci che esplodono in bocca con mille sapori. Chiudete il rettangolo avvolgendolo come fosse un grosso salame, chiudetelo per i due lati dandogli la forma di ciambella su cui farete delle piccole incisioni se volete far vedere il ripieno, altrimenti potete usare le pinze per pasticceria o metterlo come ho fatto io in una teglia di silicono per pudding. Mettete la teglia in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 40 minuti. Controllate con la prova stecchino la cottura della frolla. Una volta cotto toglietelo dal forno e sfornatelo facendo attenzione a non romperlo. Per quello ho usato la formina di silicone.... per rendermi la vita più facile! Ora in un padellino sciogliete la marmellata di arance con un pochino di acqua, aggiungete qualche goccia di acqua di fiori di arancio per profumare lo sciroppo ottenuto e spennellate la superficie. Ora in Sicilia mettono la frutta candita a pioggia. Per una versione più light ma senza penalizzare il risultato potete usare le codette colorate.
E ora che altro dire? Buon Natale ovviamente!

Dimenticavo, con questo dolce partecipo al contest:



 Gran bella iniziativa e un grazie alle ideatrici!
Posta un commento